CARI DOCENTI

Un ringraziamento ed un incoraggiamento a tutti i docenti che domani si troveranno ad affrontare una delle più grandi sfide mai immaginate e con un carico di responsabilità, non indifferente: il rientro alla "normalità" per i nostri ragazzi.

Data:

domenica, 13 settembre 2020

Argomenti
Notizia
Arcimboldo_Bibliotecario.jpg

Lettera aperta a docenti

Siamo alla vigilia del primo giorno scuola: ma una vigilia speciale, la vigilia di un giorno che ricorderemo per  sempre e che , per sempre, rimarrà nella storia di questo nostro paese. Domani sarà il primo giorno di un anno scolastico che rappresenta una “vera sfida” di cui voi sarete veri protagonisti. La prova che la nostra scuola e il nostro paese ce la può e ce la deve fare , in questa lotta con un nemico che non è battuto, ma che circola ancora fra noi. Sarà l’anno della responsabilità o meglio della corresponsabilità, in cui ciascuno è chiamato a dare il proprio contributo.   Sarà un primo  giorno che siete invitati a vivere intensamente.

 In questa fase di avvio della ripresa vi ho visti fortemente e concretamente  impegnati  nell’affrontare la gestione di spazi, percorsi e  accessi; ognuno ha dato il proprio contributo:nessuno si è tirato indietro  con senso del dovere, responsabilità, dedizione e senso di appartenenza, finalmente tradotto in atti concreti. Di questo vi ringrazio e mi sento orgogliosa. Sarete chiamati ancora di più  ad essere  mediatori  di  nuove regole da far conoscere e vivere;

nuove regole, non  “divieti”, da assumere con consapevolezza e attenzione: mani da igienizzare prima e dopo per non diffondere il virus, mascherina da indossare  sempre in posizione dinamica, metro  di distanziamento dentro e fuori; mani, mascherina, metro: non uno slogan ma un nuovo modo di affrontare la realtà e  da cui può dipendere la salute della nostra comunità.

La scuola, in questi mesi, è stata oggetto di una forte pressione mediatica fino ad una sua strumentalizzazione; ma io faccio appello ancora una volta  alla vostra responsabilità e al vostro senso del dovere. L’opinione pubblica guarda a come sapremo affrontare  questa prova; non tutto dipenderà da noi, ma noi dovremo dimostrare  a tutti di essere in grado di mantenere il controllo della situazione, per iniziare in  presenza  un anno scolastico e poterlo continuare.

Con stima , Buon anno scolastico  a tutti!


Maria Modafferi

Questo sito utilizza cookie tecnici per erogare i propri servizi e analizzare il traffico.

Altri dettagli